• en

Tel 06.5601733 / 06.5600617
Fax 06.5623641
Email: info(at)hotelpingpongostia.com

Il pontile di ostia

Il pontile di Ostia

Il pontile di Ostia è uno dei simboli e punto di riferimento per la gente di Ostia e per i suoi visitatori. Alle spalle ha una lunga e a tratti travagliata storia da raccontare. La costruzione originaria, agli inizi del XX secolo, era in legno di faggio.

Sotto il regime fascista la struttura portante fu realizzata in cemento. Fu inaugurato nel 1940. Prese il nome di “Pontile del Littorio”.

La palificazione, come detto, era in cemento. Mentre le balaustre furono realizzate in travertino. Il pontile era lungo all’incirca 125 metri.

C’erano anche delle rampe per consentire l’attracco delle barche. Mentre alla sua estremità la terrazza sul mare aveva un diametro di 20 metri.

Raso al suolo durante la guerra

Ma questa costruzione non ebbe una gran fortuna. A tre anni di distanza dalla cerimonia inaugurale, fu distrutto dai tedeschi. Restarono in piedi solo un paio di pilastri e l’emiciclo.

L’obiettivo era quello di bloccare lo sbarco degli alleati anglo-americani, il cui obiettivo era quello di liberare Roma.

Il pontile fu restaurato solo negli anni ’50. Mentre negli anni ’60 ci fu un nuovo colpo di scena. Alcuni ragazzi scoprirono un vero e proprio arsenale dei tedeschi. Era stato sotterrato.

Per consentire la bonifica di quel deposito, il pontile fu interdetto al pubblico per diversi mesi.

In questi anni anche le mareggiate causarono continui danneggiamenti e chiusure di quello che è considerato il simbolo del litorale romano.

La “rinascita” negli anni ‘80

Per questo nel 1980 il Comune di Roma adottò una decisione che sollevò un “mare” di polemiche: demolire il pontile.

Il pressing dell’opinione pubblica e del mondo politico-sindacale si rivelò decisivo. Il Comune ripiegò su una ristrutturazione radicale. Nel 1982 fu inaugurato e riaperto al pubblico.

Oggi il Pontile di Ostia si insinua nel mare per 150 metri. Nella parte finale c’è una piazzola, abbellita da una rosa dei venti.

Per i residenti e i vacanzieri è d’obbligo una passeggiata lungo il pontile. Permette di godere appieno la bellezza del litorale romano. Magari da immortalare con un bel selfie.

Condividi il post
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp